PRESS

MILLIONS OF BURNING FLAMES (2013)

 

MOBF

 La colata lavica di “Millions Of Burning Flames” non mancherà di scaldare cuori e piedi dei rockers italiani e non solo, meritandosi un posto d’onore tra le migliori uscite in ambito hard-rock di questo primo scorcio dell’anno.

7/10 – Riccardo Plata – Metalitalia.com  (ITA) – LINK

un calderone di bollente musica suonata col cuore, un vulcano strabordante di determinazione, fame e passione sottoforma di milioni di fiamme ardenti. Bruciare per credere.

77/100 – Andrea Terranova – Metallized.it (ITA) – LINK

la band milanese si ripete e se possibile, si migliora con un full lenght che trasuda passione Hard Rock ed energia Metal da ogni microsolco.

85/100 – Giorgio Barbieri – Metal Maniac Magazine (ITA)

“Millions Of Burning Flames” rocks timelessly, authentic and delicious. Mature performance.

7/10 – C.L. – Oblivion.de (GER) – LINK

…questo è un debutto coi fiocchi! Un songwriting maturo, audace: hard rock infarcito di metal e sporcato dall’alternative per attitudine, con un accenno di prog sullo sfondo.

7/10 – Alessandro Quero – Metal.it (ITA) – LINK

Questo secondo album è praticamente perfetto, estremamente passionale e pulito, maturo sia nelle sonorità, sia nella voce.
Potenti giri di chitarra creano l’ispirazione per pezzi che sono piccoli capolavori ben studiati.

77/100 – Lorena Landini – Truemetal.it (ITA) – LINK

strong full-length album in modern melodic hard rock If you know this upward trend to persist, we can talk about a promise for the future.

73/100 – Guus Johann – Lordsofmetal.nl (NL) – LINK

ai ragazzi piace far rombare i motori, le chitarre grondano elettricità e fanno la voce grossa, né sono da meno il comparto ritmico e l’ugola notevolisima di Sandro Casali. Ho apprezzato moltissimo gli arrangiamenti, curati e attenti a dare dinamismo e versatilità alle songs, indice di una maturità già raggiunta dalla band.

7,5/10 – Psychotron – Stereoinvaders.com (ITA) – LINK

Non esiste passo falso nel corso del disco, la carica del rock riesce a mescolarsi alla perfezione a episodi più melodici e ritornelli che restano impressi all’istante scorrendo senza intoppi fino alla conclusione dell’album […] Tutto rasenta la perfezione, un album del genere come non lo si ascoltava da tempo.

8/10 – Antonluigi Pecchia – Rockgarage.it (ITA) – LINK

 

BLANK SLATE (2011)

 

Blank Slate EP Cover

I rabbiosi riff di Under My Skin e le toccanti atmosfere di A Place sono gli estremi che tratteggiano l’orizzonte musicale di Blank Slate, riuscita opera prima di una realtà capace di irrompere sulla scena in maniera concreta ed estremamente convincente.

Michele Martini – Rock Hard  Magazine (ITA)

Un anno di vita ma un potenziale enorme. E’ quello che dimostrano i milanesi Sixty Miles Ahead nei cinque pezzi di questo EP di debutto, voglie di hard rock americano che vanno da Nickelback a Zakk Wylde, da Alter Bridge a Bon Jovi, in un buon lavoro collettivo da parte dei ragazzi della band.

Fabrizio Massignani – Metal Maniac  Magazine (ITA)

With roots in both classic melodic hard rock and grunge/post grunge motifs, SMA offers an authentic interpretation of modern rock trends. They offer heavy riffs, nearing metal, with solid melody and vocal harmony. […] Sixty Miles Ahead’s Blank Slate is an atypically strong debut in the modern melodic hard rock field. This can only mean promising things are ahead for this band.

Craig Hartranft – Dangerdog.com (USA)

E’ inquietante cosa sono riusciti a creare questi quattro ragazzi milanesi a pochi mesi dalla nascita di questa band. Nel giro di sei mesi si uniscono, partoriscono questo EP prodotto in maniera eclatante, dove le composizioni sono veramente mature, profonde e potenti. […] Nulla è fuori posto o lasciato al caso: sorprendente e bellissimo.

Giacomo De Tomasi – Hardsounds.it (ITA)

Blank Slate si conclude così lasciando tante buone impressioni e perfino una certa voglia di avere di più, di ritrovarsi a breve con un disco vero e proprio, con la ferma convinzione che un posto nel calderone delle nuove uscite sia più che meritato e fortemente auspicabile.

Arturo Zancato – Metallized.it (ITA)

I pezzi sono suonati con grande maestria: ottime le chitarre, martellante la sezione ritmica, a tratti più calda e vellutata, a tratti più graffiante e corrisiva, la voce di Sandro Casali si sposa alla perfezione con i pezzi. Grandi arrangiamenti e ottima produzione. Cosa desiderare di più come inizio?

Andergraund.it (ITA)

Questo lavoro è composto da cinque tracce, una più convincente dell’altra e “deve” gioco forza essere un lasciapassare per un album completo dato che i Sixty Miles Ahead hanno tutte le carte in regola per emergere nel panorama rock italico e non solo!

Alberto Capettini – Metallus.it (ITA)

As far as I am concerned with this MCD Sixty Miles Ahead has taken a first giant leap on the road to success.

Guus Johann – Lordsofmetal.nl (NL) 

 

INTERVIEWS

 

“Sixty Miles Ahead: occhio a questi ragazzi!” – 2013 – Metal.it (ITA)

“Sixty Miles Ahead: intervista” – 2013 – Music On TNT (ITA)

“Sixty Miles Ahead” – 2013 – Battle Helm (DE)

“Sixty Miles Ahead Interview” – 2012 – Rock Em All (ITA)

“Intervista a Fulvio Carlini,Davide Bosio e Luca Caserini” – 2012 – Hardsounds (ITA)